Papa Francesco: i rigidi sembrano buoni ma non conoscono la libertà dei figli di Dio

Posté par atempodiblog le 25 octobre 2016

Papa Francesco: i rigidi sembrano buoni ma non conoscono la libertà dei figli di Dio
Dietro la rigidità c’è sempre qualcosa di nascosto, una doppia vita, i rigidi non sono liberi, sono schiavi della legge, Dio invece dona la libertà, la mitezza, la bontà: è quanto ha detto il Papa nella Messa del mattino a Casa Santa Marta.
di Sergio Centofanti – Radio Vaticana

Papa Francesco: i rigidi sembrano buoni ma non conoscono la libertà dei figli di Dio dans Commenti al Vangelo Papa_Francesco

Nel Vangelo del giorno, Gesù guarisce una donna di sabato provocando lo sdegno del capo della Sinagoga perché – dice – è stata violata la Legge del Signore. “Non è facile – commenta il Papa – camminare nella Legge del Signore”, è “una grazia che dobbiamo chiedere”. Gesù lo accusa di essere ipocrita, una parola che “ripete tante volte ai rigidi, a quelli che hanno un atteggiamento di rigidità nel compiere la legge”, che non hanno la libertà dei figli, “sono schiavi della Legge”. Invece, “la Legge – osserva – non è stata fatta per farci schiavi, ma per farci liberi, per farci figli”. “Dietro la rigidità c’è un’altra cosa, sempre! E per questo Gesù dice: ipocriti!”:

“Dietro la rigidità c’è qualcosa di nascosto nella vita di una persona. La rigidità non è un dono di Dio. La mitezza, sì; la bontà, sì; la benevolenza, sì; il perdono, sì. Ma la rigidità no!

Dietro la rigidità c’è sempre qualcosa di nascosto, in tanti casi una doppia vita; ma c’è anche qualcosa di malattia. Quanto soffrono i rigidi: quando sono sinceri e si accorgono di questo, soffrono! Perché non riescono ad avere la libertà dei figli di Dio; non sanno come si cammina nella Legge del Signore e non sono beati. E soffrono tanto! Sembrano buoni, perché seguono la Legge; ma dietro c’è qualcosa che non li fa buoni: o sono cattivi, ipocriti o sono malati. Soffrono!”.

Papa Francesco ricorda la parabola del figlio prodigo, in cui il figlio maggiore, che si era comportato sempre bene, s’indigna col padre perché riaccoglie con gioia il figlio minore dissoluto, ma tornato a casa pentito.  Questo atteggiamento – spiega il Papa – fa vedere cosa c’è dietro una certa bontà: “la superbia di credersi giusto”:

“Dietro questo far bene, c’è superbia. Quello sapeva che aveva un padre e nel momento più buio della sua vita è andato dal padre; questo soltanto del padre capiva che era il padrone, ma mai lo aveva sentito come padre. Era un rigido: camminava nella Legge con rigidità. L’altro ha lasciato la Legge da parte, se ne è andato senza la Legge, contro la Legge, ma ad un certo punto ha pensato al padre ed è tornato. E ha avuto il perdono. Non è facile camminare nella Legge del Signore senza cadere nella rigidità”.

Il Papa conclude l’omelia con questa preghiera:

“Preghiamo il Signore, preghiamo per i nostri fratelli e le nostre sorelle che credono che camminare nella Legge del Signore è diventare rigidi. Che il Signore faccia sentire loro che Lui è Padre e che a Lui piace la misericordia, la tenerezza, la bontà, la mitezza, l’umiltà. E a tutti ci insegni a camminare nella Legge del Signore con questi atteggiamenti”.

Publié dans Commenti al Vangelo, Fede, morale e teologia, Misericordia, Papa Francesco I, Preghiere, Riflessioni, Stile di vita | Pas de Commentaire »

Possiamo essere santi

Posté par atempodiblog le 4 septembre 2016

Possiamo essere santi
dell’Arcivescovo di Chieti-Vasto, Mons. Bruno Forte

Possiamo essere santi dans Citazioni, frasi e pensieri Monsignor_Bruno_Forte

Santo vuol dire ciò che è separato,
separato per Te, 
o Padre.
Santificare il Tuo nome, allora,
vuol dire separarci per Te,
perdutamente consegnarci a Te,
perché Tu sei la vita, la sorgente e la patria,
il grembo adorabile e provvidente della nostra esistenza.
Santificheremo il Tuo nome quando anteporremo
l’adorazione e l’amore per Te a tutto:
come affermava il gesuita tedesco Alfred Delp, messo a morte dai nazisti,
“il pane è importante, la libertà è più importante,
ma la cosa più importante di tutte

è la costante fedeltà e l’adorazione mai tradita”.
Se noi ci separiamo da tutto per Te,
Tu ci darai tutto il nostro vero bene e ci restituirai a tutti,
facendoci partecipi del Tuo amore
per ognuna delle Tue creature:
è così che ci chiami a farci solitudine
per diventare amore!
Ci inviti a stare nascosti con Cristo in Te,
per fare compagnia al Tuo amore e al Tuo dolore
per ogni essere vivente.
Tu santifichi in noi il Tuo nome
perché ci rapisci a noi stessi
e ci restituisci al mondo,
ricchi di Te, donati agli altri da Te,
prigionieri d’amore 
che da Te imparano
sempre di nuovo a farsi servi,
per irradiare a tutti l’amore
con cui Tu ci ami.
Tu, il Santo, separato per noi,
perché noi, poveri peccatori,
possiamo essere santi, separati per Te,
in Te offerti a ogni creatura.

Publié dans Citazioni, frasi e pensieri, Fede, morale e teologia, Monsignor Bruno Forte, Preghiere, Riflessioni, Stile di vita | Pas de Commentaire »

2 agosto 1955, nasceva in Cielo il beato Giustino Maria

Posté par atempodiblog le 2 août 2016

Venerabile Giustino Maria Russolillo dans Don Giustino Maria Russolillo avkgow

O mio Signore Gesù, chiama l’anima mia, ricevi il mio spirito, comandami di venire a te, finisca la mia vita mortale con la morte dei giusti!

O mio Signore Gesù, accogli l’anima mia! In quell’ora non ricordarti di me, delle mie incorrispondenze alla tua grazia, infedeltà al tuo amore, resistenze alla tua azione.

O mio Signore Gesù, accogli l’anima mia! Non ricordarti allora dei miei innumerevoli peccati mortali e veniali, delle innumerevoli negligenze e omissioni nel tuo servizio.

O mio Signore Gesù, non accada a me, non accada a nessuno quello che hai minacciato ai ribelli: “Nell’ora della vostra morte non mi curerò di voi, mi riderò di voi!” (Mt 25, 41).

O mio Signore Gesù, non accada a me, non accada a nessuno quello che hai minacciato ai ribelli: “Nasconderò loro il mio volto, e starò a considerare che fine faranno” (Mt 25, 23 ).

O mio Signore Gesù, possa dirvi con l’Apostolo di aver bene combattuto la buona battaglia, di aver bene compiuta la mia carriera, di esservi stato fedele.

O mio Signore Gesù, che non mi colga la morte prima che abbia acquistato tutti quei gradi di grazia e di gloria che voi volevate darmi nella mia vita!

O mio Signore Gesù,che non mi colga la morte prima di aver ben aiutato a salvarsi e santificarsi tutte quelle anime che in qualche modo mi avevate affidate!

O mio Signore Gesù, possiate dirmi: “Bravo mio servo buono e fedele, entra nel gaudio del tuo Signore, poiché ci siamo tanto amati!” (Mt 25, 21).

Beato Giustino Maria Russolillo

Publié dans Don Giustino Maria Russolillo, Fede, morale e teologia, Preghiere | Pas de Commentaire »

Maria, rendi il mio amore sorridente

Posté par atempodiblog le 6 juillet 2016

Maria, rendi il mio amore sorridente dans Preghiere Vergine_del_sorriso

Maria, rendi il mio amore sorridente, perché sia ancor più ricco di amore!

Fa’ in modo che il mio sorriso possa esprimere la più pura bontà!

Insegnami a dimenticare con un sorriso le mie preoccupazioni e le mie pene, per prestare attenzione soltanto alle gioie degli altri.

Il mio volto sorridente renda i miei contatti col prossimo più cordiali e più caldi di fraternità.

Conservami il sorriso nelle ore dolorose, perché anche in quei momenti io possa continuare a donarmi al prossimo.

Aiutami a custodire in fondo al cuore quella gioia di amare che si manifesta attraverso il sorriso.

Insegnami, Maria, a servire il Signore con gioia, sorridendo a qualunque costo.

Fonte: Radio Maria Fb

Publié dans Preghiere | Pas de Commentaire »

Mary’s Heart

Posté par atempodiblog le 4 juin 2016

Maria, Madre di Gesù,
dammi il Tuo cuore,
tanto bello, tanto puro,
tanto immacolato, tanto pieno d’amore e d’umiltà,
cosicché io possa ricevere Gesù nel Pane della Vita,
amarLo come Tu l’hai amato e servirlo sotto le spoglie del più Povero dei Poveri.

Beata Madre Teresa di Calcutta

Image de prévisualisation YouTube

Questo canto è una preghiera scritta da Madre Teresa. E’ pregata dalle Missionarie della Carità per preparare i loro cuori a ricevere Gesù nei più poveri dei poveri.

O Mary, Mother of Jesus,
Give me your heart
That I might receive Jesus.

Give me your heart,
So beautiful, so pure,
So immaculate, so full of love and humility.

Give me your heart,
To love Him as you loved Him,
And serve Him as you served Him,
In the distressing disguise of the poorest of the poor.

In the Bread of Life,
In the poorest of the poor,
In distressing disguise,
In Christ our Lord.

Mary’s Heart – Danielle Rose

Publié dans Canti, Danielle Rose, Madre Teresa di Calcutta, Preghiere, Sacri Cuori di Gesù e Maria | Pas de Commentaire »

Maria, nostro rifugio

Posté par atempodiblog le 8 mai 2016

Maria, nostro rifugio

In questa preghiera, il grande “Papa del rosario”, Leone XIII († 1903), esalta la Madonna come rifugio dei propri devoti e la supplica di fargli trovare riposo nel suo abbraccio materno.

Maria Misericordiosa

È una dolce musica per le orecchie dire: Ti saluto, o Madre! È un dolce canto ripetere: Ti saluto, o Madre! Tu mia delizia, mia diletta speranza, mio casto amore.

Se il mio spirito oppresso e tormentato dalle passioni soffre per il fardello doloroso della tristezza e del pianto; se vedi il tuo figlio sopraffatto dall’infelicità, o Vergine Maria, piena di grazia, fa che trovi riposo nel tuo abbraccio materno.

Ma, ahimè, l’ultimo giorno rapidamente si avvicina.

Scaccia il demonio negli abissi infernali e resta, cara Madre, accanto al tuo figlio oppresso dagli anni e dagli errori. Con tocco gentile, copri le stanche pupille e consegna dolcemente a Dio l’anima che torna a te.

Tratta da: Le più grandi preghiere a Maria. Storia, uso, significato; di Anthony M. Bruno, Ed. Paoline.

Publié dans Fede, morale e teologia, Preghiere | Pas de Commentaire »

O Croce di Cristo!

Posté par atempodiblog le 26 mars 2016

Preghiera scritta e letta da Papa Francesco al termine della Via Crucis al Colosseo
Tratta da: News.va

Papa Via Crucis

O Croce di Cristo!

O Croce di Cristo, simbolo dell’amore divino e dell’ingiustizia umana, icona del sacrificio supremo per amore e dell’egoismo estremo per stoltezza, strumento di morte e via di risurrezione, segno dell’obbedienza ed emblema del tradimento, patibolo della persecuzione e vessillo della vittoria.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo eretta nelle nostre sorelle e nei nostri fratelli uccisi, bruciati vivi, sgozzati e decapitati con le spade barbariche e con il silenzio vigliacco.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei volti dei bambini, delle donne e delle persone, sfiniti e impauriti che fuggono dalle guerre e dalle violenze e spesso non trovano che la morte e tanti Pilati con le mani lavate.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei dottori della lettera e non dello spirito, della morte e non della vita, che invece di insegnare la misericordia e la vita, minacciano la punizione e la morte e condannano il giusto.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei ministri infedeli che invece di spogliarsi delle proprie vane ambizioni spogliano perfino gli innocenti della propria dignità.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei cuori impietriti di coloro che giudicano comodamente gli altri, cuori pronti a condannarli perfino alla lapidazione, senza mai accorgersi dei propri peccati e colpe.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei fondamentalismi e nel terrorismo dei seguaci di qualche religione che profanano il nome di Dio e lo utilizzano per giustificare le loro inaudite violenze.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi in coloro che vogliono toglierti dai luoghi pubblici ed escluderti dalla vita pubblica, nel nome di qualche paganità laicista o addirittura in nome dell’uguaglianza che tu stesso ci hai insegnato.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei potenti e nei venditori di armi che alimentano la fornace delle guerre con il sangue innocente dei fratelli e danno ai loro figli da mangiare il pane insanguinato.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei traditori che per trenta denari consegnano alla morte chiunque.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei ladroni e nei corrotti che invece di salvaguardare il bene comune e l’etica si vendono nel misero mercato dell’immoralità.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi negli stolti che costruiscono depositi per conservare tesori che periscono, lasciando Lazzaro morire di fame alle loro porte.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei distruttori della nostra “casa comune” che con egoismo rovinano il futuro delle prossime generazioni.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi negli anziani abbandonati dai propri famigliari, nei disabili e nei bambini denutriti e scartati dalla nostra egoista e ipocrita società.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nel nostro Mediterraneo e nel mar Egeo divenuti un insaziabile cimitero, immagine della nostra coscienza insensibile e narcotizzata.

O Croce di Cristo, immagine dell’amore senza fine e via della Risurrezione, ti vediamo ancora oggi nelle persone buone e giuste che fanno il bene senza cercare gli applausi o l’ammirazione degli altri.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei ministri fedeli e umili che illuminano il buio della nostra vita come candele che si consumano gratuitamente per illuminare la vita degli ultimi.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei volti delle suore e dei consacrati – i buoni samaritani – che abbandonano tutto per bendare, nel silenzio evangelico, le ferite delle povertà e dell’ingiustizia.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei misericordiosi che trovano nella misericordia l’espressione massima della giustizia e della fede.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nelle persone semplici che vivono gioiosamente la loro fede nella quotidianità e nell’osservanza filiale dei comandamenti.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei pentiti che sanno, dalla profondità della miseria dei loro peccati, gridare: Signore ricordati di me nel Tuo regno!

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei beati e nei santi che sanno attraversare il buio della notte della fede senza perdere la fiducia in te e senza pretendere di capire il Tuo silenzio misterioso.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nelle famiglie che vivono con fedeltà e fecondità la loro vocazione matrimoniale.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei volontari che soccorrono generosamente i bisognosi e i percossi.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei perseguitati per la loro fede che nella sofferenza continuano a dare testimonianza autentica a Gesù e al Vangelo.

O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei sognatori che vivono con il cuore dei bambini e che lavorano ogni giorno per rendere il mondo un posto migliore, più umano e più giusto.

In te Santa Croce vediamo Dio che ama fino alla fine, e vediamo l’odio che spadroneggia e acceca i cuori e le menti di coloro preferiscono le tenebre alla luce.

O Croce di Cristo, Arca di Noè che salvò l’umanità dal diluvio del peccato, salvaci dal male e dal maligno! O Trono di Davide e sigillo dell’Alleanza divina ed eterna, svegliaci dalle seduzioni della vanità! O grido di amore, suscita in noi il desiderio di Dio, del bene e della luce.

O Croce di Cristo, insegnaci che l’alba del sole è più forte dell’oscurità della notte. O Croce di Cristo, insegnaci che l’apparente vittoria del male si dissipa davanti alla tomba vuota e di fronte alla certezza della Risurrezione e dell’amore di Dio che nulla può sconfiggere od oscurare o indebolire.

Amen!

Publié dans Fede, morale e teologia, Misericordia, Papa Francesco I, Preghiere, Quaresima, Santa Pasqua | Pas de Commentaire »

Novena alla Divina Misericordia (dal 25 marzo al 2 aprile 2016)

Posté par atempodiblog le 25 mars 2016

Novena alla Divina Misericordia (dal 25 marzo al 2 aprile 2016) dans Fede, morale e teologia 2r2ypah

La Festa della Divina Misericordia, secondo le apparizioni di Gesù a santa Faustina, deve essere preceduta da una novena, che va recitata ogni giorno a partire dal Venerdì Santo per nove giorni consecutivi, fino al sabato precedente la Festa della Misericordia (seconda Domenica di Pasqua, dal 25 marzo al 2 aprile 2016, ndr).

Gesù per due volte espresse il desiderio che la sua confidente, attraverso una preghiera di nove giorni, si preparasse a questa Solennità. La Santa ci ha trasmesso la promessa del Salvatore rivolta a tutti i fedeli e contenuta in queste parole: “Durante questa novena elargirò alle anime grazie di ogni genere”.

Sebbene il tempo tra il Venerdì Santo e la seconda Domenica di Pasqua possegga un particolare privilegio, tuttavia la novena alla Divina Misericordia può essere recitata anche in qualsiasi altro periodo dell’anno. (Radio Maria)

Per recitare la novena cliccare qui 2e2mot5 dans Diego Manetti NOVENA ALLA DIVINA MISERICORDIA

Publié dans Fede, morale e teologia, Misericordia, Preghiere, Santa Faustina Kowalska | Pas de Commentaire »

Coroncina di Nostra Signora del dolore di Kibeho

Posté par atempodiblog le 28 novembre 2015

Coroncina di Nostra Signora del dolore di Kibeho

kibeho
28/11/2015, 34° anniversario delle apparizioni di Nostra Signora del dolore a Kibeho (Rwanda)

Nel Nome e del Padre  e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

–      Ave Maria dell’Addolorata:

“Ave Maria, piena di dolori, il Crocifisso è con Te, addolorata sei Tu fra le donne e addolorato è il frutto del tuo seno Gesù! Santa Maria, Madre del Crocifisso, ottieni lacrime di compunzione a noi, crocifissori del Figlio tuo, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen”.

–      Sui grani grossi della Corona del Rosario:

“Madre di misericordia, tieni vivo di fronte al nostro cuore il tuo dolore”.

–      Sui grani piccoli della Corona del Rosario:

“A me peccatore e a tutti i peccatori concedi la contrizione perfetta dei nostri peccati”. (10 volte)

Infine:

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo…

Publié dans Kibeho, Preghiere | Pas de Commentaire »

Novena alla Madonna della Medaglia Miracolosa (da recitarsi dal 18 al 26 novembre)

Posté par atempodiblog le 18 novembre 2015

Novena alla Madonna della Medaglia Miracolosa
Può essere recitata, per le proprie necessità, in qualsiasi periodo dell’anno ed anche utilizzata in preparazione della festa, il 27 novembre, dal 18 al 26 novembre.

Novena alla Madonna della Medaglia Miracolosa (da recitarsi dal 18 al 26 novembre) dans Preghiere e84sgp

O Vergine Immacolata, Madre di Dio e Madre nostra, con la più viva fiducia nella tua potente intercessione, tante volte manifestata per mezzo della tua Medaglia, umilmente ti supplichiamo di volerci ottenere le grazie che con questa Novena ti chiediamo.

(Breve pausa per  formulare in silenzio le proprie richieste)

O Madonna della Medaglia  Miracolosa, che sei apparsa a S. Caterina Labouré, nell’atteggiamento di  Mediatrice del mondo intero e di ogni anima in particolare, noi mettiamo nelle tue mani e affidiamo al tuo cuore le nostre suppliche. Degnati di presentarle al tuo Divin Figlio ed esaudirle, se esse sono conformi alla Divina Volontà e utili alle anime nostre. E, dopo aver innalzato verso Dio le tue mani supplichevoli, abbassale su di noi e avvolgici coi raggi delle tue grazie, illuminando le nostre menti, purificando i nostri cuori, affinché da te guidati, raggiungiamo un giorno la beata eternità. Amen.

In conclusione, preghiera di San Bernardo da Chiaravalle

Ricordati, o piissima Vergine Maria, che non si è mai sentito dire che alcuno abbia fatto ricorso al tuo patrocinio, implorato il tuo aiuto, chiesto la tua protezione e sia stato abbandonato. Animato da questa fiducia, anch’io ricorro a te o Madre, Vergine delle Vergini, a te vengo e, pentito, mi prostro davanti a te. Non respingere, o Madre del Verbo, la mia supplica, ma ascolta benigna ed esaudiscimi. Amen.

Publié dans Preghiere, Rue du Bac - Medaglia Miracolosa | Pas de Commentaire »

Consacrazione per la solennità di Tutti i santi

Posté par atempodiblog le 1 novembre 2015

Consacrazione per la solennità di Tutti i santi
del Beato Giustino Russolillo – Devozionale

tutti i santi

Oggi che ricordiamo sulla terra la festa del Paradiso, o cari nostri Santi, venite tra noi ! Venite sul mondo dove pur foste creati, redenti, santificati! Tra noi ci sono delle anime generose e fedeli che vogliono essere come voi. Tra noi c’è ancora Gesù! Vogliateci riconoscere e accettare come vostri fratelli, poiché Gesù ci vuole annoverare tra voi.

Il vostro esilio è finito e la vostra dimora è ormai per sempre nella Patria celeste. Ma anche sulla terra ci sono templi dedicati a voi e noi custodiamo le vostre reliquie per la risurrezione!

Voi avete un posto d’onore nel nostro cuore, venite perciò tra noi! Noi siamo i vostri servi vogliamo farci degni d’esservi fratelli. Noi aspettiamo la grazia di essere i vostri religiosi! Venite tra noi a inebriarci delle fragranze e armonie dei cieli, a sollevarci negli splendori e fervori dei cieli! Venite tra noi e portateci ciascuno un dono celeste preso dai tesori di Dio messi a vostra disposizione.

Noi sappiamo che le vostre perfezioni sono riflessi degli attributi di Dio; noi riconosciamo che in voi vive Gesù; noi contempliamo la SS. Trinità dimorante in voi come nel suo più dolce cielo. E perciò noi ci consacriamo con felicità a conoscere Dio in voi! E proponiamo solennemente di ricordarci ogni giorno dei vostri nomi al cospetto di Dio, di onorare con amore il vostro ricordo, le vostre immagini, le vostre reliquie, di leggere le vostre vite e servircene per edificazione nostra e delle anime, di unirci ogni giorno alle vostre adorazioni e ringraziamenti, riparazioni e preghiere, di sollevarci dalla nostra vita così bassa con l’imitazione dei vostri sublimi esempi, di ascendere con voi di consacrazione in consacrazione sino alla perfetta unione con Dio, di mandarvi continuamente dal Purgatorio molti compagni di gloria, di aiutarvi a glorificare il Signore per le grandi cose che ha operato in voi, e infine di cooperare con Dio santificatore a suscitare nel popolo sempre nuovi Santi.

Voi dateci qualcosa del vostro spirito, che era pieno di Spirito Santo, anzi osiamo chiedere con Eliseo profeta: dateci il doppio del vostro spirito perché Dio sia più glorificato! O santi Anacoreti dateci il vostro spirito di penitenza, d’amore! O santi Confessori dateci il vostro spirito di orazione d’amore! O sante Vergini dateci il vostro spirito di purezza d’amore! O santi Martiri dateci il vostro spirito di fortezza dl amore! O santi Apostoli dateci il vostro spirito di zelo d’amore! O santi Dottori dateci il vostro spirito di scienza d’amore! O santi Profeti dateci il vostro spirito di speranza d’amore! O santi Patriarchi dateci il vostro spirito di fede d’amore! O santi Angeli dateci qualcosa della vostra altissima potenza, sapienza e corrispondenza del divino Amore.

O Maria, o Maria dacci il tuo spirito di ancella e di madre del Signore! Allora saremo veramente tuoi figli e tu nostra Madre quando saremo divenuti santi. O Vergine che solo per opera dello Spirito Santo divenisti Madre di Gesù nell’annunziazione e Madre dei Santi nella Pentecoste, ottienici lo Spirito stesso di Dio, lo Spirito Santo e Santificatore! Raccoglici nel tuo cenacolo a ricevervi il battesimo di fuoco e di Spirito Santo che da indegni cristiani che siamo ci trasformi in buoni figli tuoi e fratelli carissimi dei santi sicché la SS. Trinità si possa compiacere e abitare in noi.

Publié dans Don Giustino Maria Russolillo, Fede, morale e teologia, Festa dei Santi e dei fedeli defunti, Preghiere | Pas de Commentaire »

«Se un milione di bambini pregheranno insieme il Rosario, il mondo cambierà»

Posté par atempodiblog le 16 octobre 2015

bambini recitano rosario

Da ormai 10 anni il 18 ottobre Aiuto alla Chiesa che Soffre invita i bambini di tutto il mondo a pregare insieme il Rosario.

L’iniziativa è nata nel 2005 a Caracas in Venezuela. Mentre un gruppo di bambini pregava, alcune donne presenti hanno avvertito la presenza della Vergine. Una di loro si è ricordata allora della promessa di Padre Pio: «Se un milione di bambini pregheranno insieme il Rosario, il mondo cambierà».

Ecco perché Ti chiediamo di pregare insieme ai Tuoi figli e nipoti, lunedì 18 ottobre in un qualunque momento della giornata.

È possibile aderire all’iniziativa anche sui social network, attraverso l’hashtag #UnMilioneDiBimbi

Tratto da: Aiuto alla Chiesa che Soffre

Publié dans Articoli di Giornali e News, Citazioni, frasi e pensieri, Fede, morale e teologia, Padre Pio, Preghiere, Riflessioni, Stile di vita | Pas de Commentaire »

L’Inno di Edgar Allan Poe alla Vergine Maria

Posté par atempodiblog le 8 octobre 2015

L’Inno di Edgar Allan Poe alla Vergine Maria
Nell’anniversario della sua morte pubblichiamo una sua poesia dedicata alla Madre di Dio
Tratto da: Aleteia

los primeros pasos

Inno (1835)

Al mattino, al meriggio, al fosco crepuscolo

tu hai udito il mio inno, Maria!

In affanno e letizia, nel bene e nel male,

tu, Madre di Dio, ancora rimani con me!

Quando più liete per me scorrevan le ore,

e non una nuvola oscurava il mio cielo,

la tua grazia trepida guidava a te l’anima mia perché non si smarrisse;

e ora che il Destino per me più addensa le sue tempeste

e in me confonde presente e passato,

fa’ che almeno risplenda il futuro

e per me irraggi dolce speranza di te!

Publié dans Citazioni, frasi e pensieri, Preghiere | Pas de Commentaire »

Preghiera a san Nicola da Tolentino per le anime purganti

Posté par atempodiblog le 10 septembre 2015

san nicola e le anime purganti

San Nicola da Tolentino che durante la tua vita terrena fosti di grande aiuto per le anime afflitte del Purgatorio, ora in Cielo sii per me avvocato ed intercessore presso Dio; avvalora queste mie povere preghiere per ottenere dalla divina clemenza la liberazione ed il sollievo di quelle anime dalle quali spero grande aiuto.

Publié dans Festa dei Santi e dei fedeli defunti, Preghiere, San Nicola da Tolentino | Pas de Commentaire »

Preghiera per i rifugiati

Posté par atempodiblog le 5 septembre 2015

madre teresa

Mio Signore!
Tutta questa gente
ha perduto terra e case
e molti sono stati privati
anche degli affetti più cari.
Dammi forza, Signore,
di intercedere per loro
presso il Padre,
ma soprattutto
di innestare nell’azione
la preghiera.
Amen.

Beata Madre Teresa di Calcutta

Publié dans Madre Teresa di Calcutta, Preghiere, Stile di vita | Pas de Commentaire »

12345...15
 

Neturei Karta - נ... |
eternelle jardin |
SOS: Ecoute, partage.... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Cehl Meeah
| le monde selon Darwicha
| La sainte Vierge Marie Livr...