• Accueil
  • > Medjugorje
  • > Commento al messaggio di Medjugorje del 2/07/2012 di Padre Livio

Commento al messaggio di Medjugorje del 2/07/2012 di Padre Livio

Posté par atempodiblog le 6 juillet 2012

“Figli miei, di nuovo vi prego maternamente di fermarvi un momento e di riflettere su voi stessi e sulla transitorietà di questa vostra vita terrena. Poi riflettete sull’eternità e sulla beatitudine eterna. Voi cosa desiderate, per quale strada volete andare? L’amore del Padre mi manda affinché sia per voi mediatrice, affinché con materno amore vi mostri la via che conduce alla purezza dell’anima, di un’anima non appe santita dal peccato, di un’anima che conoscerà l’eternità. Prego che la luce dell’amore di mio Figlio vi illumini, che vinciate le debolezze e usciate dalla miseria. Voi siete miei figli e io vi voglio tutti sulla via della salvezza. Perciò, figli miei, radunatevi intorno a me, affinché possa farvi conoscere l’amore di mio Figlio ed aprire così la porta della beatitudine eterna. Pregate come me per i vostri pastori. Di nuovo vi ammonisco: non giudicateli, perché mio Figlio li ha scelti. Vi ringrazio”.

Commento al messaggio di Medjugorje del 2/07/2012 di Padre Livio dans Medjugorje

Commento al messaggio del 2 luglio di Padre Livio di Radio Maria

Questo messaggio della Regina della Pace, dato il 2 luglio attraverso la veggente Mirjana, è in continuità con quelli precedenti, in quanto la Madonna ancora una volta, mi pare già per la terza volta, parla della porta del Paradiso verso la quale Lei stessa ci vuole condurre e che Lei stessa vuole aprire. In questo modo la Madonna manifesta qual è il motivo per cui è qui, scende ogni giorno dal Cielo sulla terra, è qui da così tanto tempo.
Il Suo primo obiettivo è quello di portare le anime in Cielo, che è la meta per la quale sono state create, perché Dio ci ha creati per conoscerLo e amarLo in questa vita e per condurci in Paradiso.
La Madonna mette in luce soprattutto questa che è la cosa più importante, cioè la salvezza eterna dell’anima in un tempo in cui, come ha detto a Fatima e poi ha ripetuto a Medjugorje, molti vanno all’inferno, cioè molti si perdono.
Si perdono nella fiera delle vanità, si perdono nel peccato, per cui la Madonna ha detto: “verso lacrime di sangue per ogni mio figlio che si perde nel peccato”, e si perdono nella palude del male e si perdono a causa delle insidie dell’ingannatore che li attira a sé con le false gioie, le false luci, la falsa prospettiva di una vita, dove si pretende di essere felici senza Dio. Il che è un inganno, è l’inganno degli inganni!
Ovviamente la Madonna è qui prima di tutto per questo obiettivo, cioè perché possiamo essere partecipi del Regno di Dio.
Non c’è dubbio che in questo modo realizza anche l’altro obiettivo che è un tempo di pace, di prosperità per quanto riguarda il futuro dell’umanità, cioè è qui per realizzare ciò che Gesù aveva detto nel Vangelo: “cercate prima il Regno di Dio e la salvezza eterna della vostra anima e tutto il resto vi sarà dato in sovrappiù”.
Al contrario, come ha detto la Madonna, per chi vive nel mondo senza Dio non c’è né felicità né futuro né salvezza eterna.
Queste sono le due possibilità che abbiamo davanti.
La Madonna approfitta in questo mese di luglio, non sarebbe la prima volta, perché sa che questo mese per molti è il mese del riposo, luglio ed agosto sono i mesi dove la gente si ritaglia un tempo di vacanze, di riposo dal lavoro, e dice: “fermatevi un momento e riflettete su voi stessi, riflettete sulla vita che passa, dove tutto passa, tutto crolla, tutto è effimero e ingannatore”, e nel medesimo tempo rivolgete lo sguardo verso l’Alto, verso la Luce, la Gioia, la Pace, la Beatitudine Eterna.
La Madonna ci dice riflettete allora su queste due strade, la via del bene e la via del male, la via della salvezza e la via della perdizione, la via della rovina. E dice: “Io sono qua perché l’Amore del Padre mi ha inviato, per aiutarvi con il Mio Amore Materno a far sì che voi usciate dalla palude del peccato, spezziate le catene del male, perché purifichiate il cuore e la vostra anima appesantita”, non solo appesantita, ma indebolita, corrosa dal male e dal peccato, la vostra anima che è stata creata per conoscere e amare Dio e quindi è un’anima che è predestinata a conoscere l’Eternità.
Quindi la Madonna ci dice perché è qua. Innanzitutto perché noi ci convertiamo, ci liberiamo dal male, dal maligno, purifichiamo i nostri cuori la nostra anima, ci eleviamo al Cielo, contempliamo la meta verso la quale dobbiamo tendere con tutte le nostre forze.
In che modo cari amici? Radunandoci intorno alla Madonna: “Perciò figli miei radunatevi intorno a Me”, perché Lei ci fa conoscere l’Amore di Suo Figlio, Lei prega perché la Luce di Suo Figlio ci illumini e ci dia la forza per superare le nostre debolezze e perché usciamo dalle nostre miserie e così Lei stessa ci porti alla soglia del Cielo e ci apra la porta del Paradiso.
La Madonna ci vuole assolutamente tutti in Paradiso, come ha detto già un’altra volta: “vi voglio tutti con Me in Paradiso”.
E quale sarebbe l’alternativa?
Con il maligno per sempre..all’inferno! Una delle due.
Ma già quest’opzione è fatta in questa vita e cioè impostare la vita sulla via della santità, della purezza, della conversione seguendo la Madonna, facendoci guidare da Lei verso il Cuore di Gesù e con la Sua Grazia combattere ogni giorno, nel nostro combattimento spirituale, senza mai stancarci, senza scoraggiarci.
Ogni giorno lottare perché Dio regni nel nostro cuore e nella nostra vita e il Suo Amore sia padrone del nostro cuore.
La Madonna in questo ultimo anno ha chiesto molte volte di pregare per i pastori e nell’ottobre del 2010 aveva detto: “Io con i miei pastori trionferò!”, dove risalta la parola “miei”, sono miei.
Ma l’espressione che la Madonna ripete maggiormente è: “vi ammonisco”, “non dobbiamo giudicare i pastori!”, non dobbiamo giudicarli!
Già altre volte la Madonna aveva detto che molti fanno dipendere la loro religione da come si comportano i sacerdoti. Questo è sbagliato, dice la Madonna: “non tocca a voi giudicare o apprezzare”.
D’altra parte nell’ultimo messaggio che ha dato a Mirjiana, la Madonna ha detto: “senza i pastori voi non fate niente!”, “Chi vi dà la parola di Dio? Chi vi dà la Grazia? Chi vi dà l’Assoluzione? Chi vi dà il Battesimo? Chi vi dà la Santa Comunione?”, e ci invita a pregare per loro e a non giudicare.
Poi ha anche detto una volta: “non giudicate, perché tutti saranno giudicati!”. E’ già la terza volta, mi pare, che dice: “perché mio Figlio li ha scelti, come voi osate giudicare coloro che Cristo stesso ha scelto! Vi ringrazio”.
Un messaggio, come vedete, molto denso.
Ogni messaggio della Regina della Pace è un trattato di altissima spiritualità. Basta che uno prenda in mano un messaggio e lo metta in pratica, perché possa volare sulla via della santità.

Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

Laisser un commentaire